“Bianca come il latte, rossa come il sangue” – A. D’Avenia

5 aprile 2013

davenia

 

“Una storia commovente, ma non disperata”

L’amore e la paura della sua perdita, il dolore, la paura della malattia e della morte potrebbero bloccare i sogni e i desideri di chiunque, ma lo scavare a fondo dentro di sé aiuta a mantenere una speranza e a trovare il coraggio di andare avanti.

Per questo non c’è disperazione nella storia di Leo.

Incontrando l’Autore, Alessandro D’Avenia, traspare la passione con cui affronta il suo lavoro di insegnante e la fiducia che mette negli altri, nei suoi alunni in particolare. Questa fiducia colpisce i ragazzi, e permette loro di provare a muoversi nella vita con più forza e decisione.

 

Dopo aver scambiato qualche battuta, nella dedica scrive:

A Maura,
collega di sogni “possibili”